venerdì 30 agosto 2013

Dahon - New Premium Models 2014 - New Series Vector, Mu and Vigor - Nuovi Modelli Premium 2014

Alcune novità provenienti da casa Dahon per la prossima stagione 2014;
 una serie Premium Hi-Performance rinnovata con  piccole modifiche interessanti ai telai e componenti di altissima qualità.

Nuova Dahon Vector P20 2014
Caratteristiche tecniche principali:
Cambio SRAM X5 10Speed gabbia media
Deragliatore anteriore SRAM Apex Road
Guarnitura con doppia corona  39T/53T x 170mm
Cassette SRAM PG 1030 11-36T 10Speed
Comandi 2x10 Trigger SRAM X5
Catena KMC X10 Nickel Plated
Freni Promax SL V Brakes w/ CNC 108 mm Arm Lenght
Leve freni Avid BL FR5
Cerchi 20" Lightweight Aluminum Double Wall
Pneumatici Continental Sport Contact 20" x 1-1/8" 28-406
Manopole Ergon GP1 Dual Density
Pedali Quick Draw Quick Release Alloy Body and Cage
Peso circa 11,5kg
Prezzo circa 1400€
(Il nuovo telaio in alluminio idroformato della serie Vector è stato modificato per permettere il passaggio interno dei cavi).

Nuova Dahon Vector P30 2014
Caratteristiche tecniche principali:
SRAM Dualdrive Internal Gear FreeHub + Cambio Shimano 105
Guarnitura con corona singola da 52T
Cassette SRAM PG-1050 11-28T 10Speed
Comandi Shimano Tiagra STI
Catena KMC X10EL
Freni TRP SL Mini V CX9 w/ CNC
Leve freni Shimano STI
Cerchi 451mm Semi Aero 30 mm Double Wall
Pneumatici DAHON by Kenda 451 x 28 mm
Manopole DAHON Ergo Dual Density
Pedali DAHON Foldable, Alloy Body
Peso 11,3kg

Nuova Dahon Mu SL 2014
Caratteristiche tecniche principali:
Cambio SRAM Apex 10Speed

Guarnitura con corona singola da 52T
Cassette Sunrace 11-28T 10Speed
Comandi SRAM SL700 FlatBar Trigger
Catena KMC X10
Freni SRAM Apex Road Caliper
Leve freni SRAM BL-700 Flat Bar Road
Pneumatici Kenda 20 "x 1-1/8" (451 x 28)
 Cerchi 451 mm DAHON SL Aluminum Paired Spoke
Manopole Ergon GP1 Dual Density
Pedali DAHON Foldable, Alloy Body
Peso circa 10,5kg
Prezzo circa 1200€.
Anche i telai della serie Mu ospiteranno il passaggio dei cavi all'interno, soluzione che adotteranno anche gli altri modelli.
Fonte immagini Bikerumor

Nuova Dahon Vigor P9 2014
Caratteristiche tecniche principali:
Cambio Dahon Neos 9Speed
Guarnitura con corona singola da 53T
Cassette Sunrace Wide Range 11-32T 9Speed
Comandi Dahon Neos Twist Shifter
Cerchi 20" Lightweight Aluminum Double Wall
Pneumatici Schwalbe Marathon Supreme 20" x 1.75"
Manopole DAHON Ergo Comfort
Pedali DAHON Foldable, Alloy Body
Peso circa 11,7kg
(La Vigor utilizza il telaio in alluminio idroformato come le Vector)

Nuova Dahon Mu EX 2014
Caratteristiche tecniche principali:
Cambio SRAM RED 10Speed
Guarnitura con corona singola da 53T
Cassette Shimano Ultegra 11-25T 10Speed
Comandi SRAM SL Flat Bar Road Doubletap
Catena KMC X10EL
Freni TRP SL Mini V CX9 w/ CNC
Leve freni TRP Forged Alloy w/ Carbon Fiber Lever
Cerchi 20" DAHON by WTB,Double Wall
Pneumatici Schwalbe Durano RaceGuard SpeedGrip
20" x 1.10"
Manopole Ergon GR2 w/ Composite Integrated Bar End
Pedali Quick Draw Quick Release, Alloy Body and Cage
Peso circa 9,6kg

Nuova Dahon Mu Rohloff 2014
Caratteristiche tecniche principali:

Rohloff SpeedHub, 500/14, 14-Speed Internal Gear Hub
Guarnitura Forged Alloy Arms w/ Gates Centertrack 55 Tooth Sprocket, 170 mm 
Gates Carbon Drive Belt
Gates Centertrack 22 Tooth Sprocket
Comandi Rohloff 14-Speed Indexed Twist Shifter
Handle Bar w/ Integrated Dr. Hon First Aid Kit Tool
Freni Magura MT6 Hydraulic Disc 160/160
Leve freni Magura MT6 Carbotecture
Cerchi 451mm Lightweight Aluminum Semi Aero Double Wall
Pneumatici Schwalbe Durano RaceGuard 451x28c
Manopole Ergon GR3 w/ Composite Integrated Bar End
Pedali Quick Draw Quick Release Dual Function Pedal
Peso circa 12,1kg

Fonte foto, etc: Dahon
Altre fotonovità dall'Eurobike 2013: QUI
Un'anteprima video:

sabato 24 agosto 2013

Airnimal Joey e Chameleon & Biomega Boston - 24 Inches Folding Bikes - Bici Pieghevoli da 24" Parte 2

I modelli da 24"di cui vi parlerò sono caratterizzati da un sistema di piegamento molto particolare, forse un po' "laborioso" (per le Airnimal è necessario anche smontare la ruota anteriore) ed offrono un concetto abbastanza differente tra loro; le Airnimal Joey e Chameleon si avvicinano decisamente ad un pubblico in cerca di prestazioni elevate, mentre la Biomega Boston interesserà di più agli amanti del design.
 Comunque sia queste bici  oltre alle Dahon/Tern ed altri modelli con il classico telaio con cerniera centrale dimostrano la varietà di pieghevoli da 24" presenti sul mercato e l'interesse da parte di alcune case costruttrici e dei clienti che forse si sta creando per questo tipo di bici.

Iniziamo con la serie Joey ISO 507 della casa Inglese Airnimal (INFO), che offre sei versioni disponibili con differenti configurazioni, ed è evidente che stiamo parlando di una bici di altissima qualità, sia per il telaio che per le componenti:

Airnimal Joey Sport (Info)

Airnimal Joey Commute (Info)

Airnimal Joey Explore (Info)

Airnimal Joey Explore Drop (Info)

Airnimal Joey Elite (Info)

Airnimal Joey Elite Drop (Info)

Un video dimostrativo del sistema di piegamento/smontaggio della Airnimal Joey:

La serie Chameleon a differenza della serie Joey utilizza cerchi ISO 520 ed un elastomero/ammortizzatore posteriore; le tre versioni utilizzano una forcella anteriore in fibra di carbonio.

Airnimal Chameleon Performance Sport (Info)

Airnimal Chameleon Ultra (Info)

Airnimal Chameleon Ultima (Info)

Video dimostrativo del sistema di piegamento/smontaggio della Airnimal Chameleon:

Concludo con la Biomega Boston (INFO) un modello "Made in Denmark" dal particolare design minimalista con IGH Shimano Alfine 8Speed e manubrio stile Bmx:
Nella versione Puma Disko con una colorazione peculiare:

Chiaramente la compattezza da piegata ed il peso (circa 15,5kg) non sono  il suo forte ma la sua qualità costruttiva è indiscutibile.
Un video con altri  dettagli:

martedì 20 agosto 2013

Dahon & Tern 24 Inches Folding Bikes - Bici Pieghevoli da 24" Introduzione Parte 1

Ultimamente il mercato delle bici pieghevoli si sta ampliando e stanno comparendo anche numerosi modelli da 24", forse per molti una misura un po' "inconsueta"  associata maggiormente alle bici destinate ai più piccoli; nonostante ciò molte marche stanno puntando su questa misura di bici pieghevole magari anche perchè negli ultimi tempi la richiesta sta aumentando. Ovviamente  per compattezza, misure da piegate, trasporto passivo etc. non credo siano paragonabili con le pieghevoli da 16" tanto meno è possibile confrontarle in quanto a prestazioni, maneggevolezza, comfort etc. in questo caso le pieghevoli da 24" offrono prestazioni elevatissime pari alle bici "grandi".
Nel mio caso specifico più di un anno fa optai per una bici pieghevole da 24", la Dahon Ios P8 con telaio OCL Joint (Info) perchè era la bici pieghevole che più si avvicinava alle mie esigenze offrendo il giusto compromesso tra prestazioni, peso e dimensioni da piegata, inoltre la differenza con i modelli da 20" non è eccessiva (Info)
A continuazione elencherò i modelli di bici pieghevoli da 24" Dahon e Tern presenti sul mercato, alcuni fuori produzione ed alcune novità.

Dal catalogo Dahon
"Serie Briza"
Dahon Briza D8 (Info):
Dahon Briza nelle precedenti versioni D3 e D7 (Info)

Serie Glide
Dahon Glide P8 (Info)
Dahon Glide nelle precedenti versioni P7/P8 (Info)

"Serie Ios"
Dahon Ios P8 con Neos 2.0 e telaio V-Clamp (Info)
Nelle versioni P7 con IGH Shimano Nexus 7Speed  (Info
ne esiste anche una versione con Nexus 8Speed

Dahon Ios XL con IGH Alfine 8Speed (Info)
Purtroppo le schede tecniche ufficiali non sono più disponibili sul sito web di Dahon in quanto questi modelli sembra siano  fuori produzione da tempo.

Dahon Ios S9 (Info)
Dal catalogo Tern
 "Serie Castro"
Tern Castro P7i con Shimano Nexus 7Speed (Info):
Tern Castro nelle versioni  Duo con Sram Automatix 2Speed (Info) e D8 con Neos 1.0 (Info)

"Serie Eclipse"
Tern Eclipse X20 (Info)
Serie Eclipse nelle versioni S11i (Info) P9 (Info) P7i (Info) P24H (Info)

Tra le ultime novità di casa Tern  la  Eclipse S18 (Info)
e la nuova serie Tern Node (serie Link da 24") che offre due nuovi modelli D7i e D8 (Info)
tra breve sul mercato.
Tern Node D8:
Magari con questa massiccia produzione di bici pieghevoli da 24" si sta cercando di avvicinare i ciclisti "convenzionali" (di solito un po' restii dall'utilizzare bici con le ruote piccole) al mondo delle pieghevoli.
Staremo a vedere!

venerdì 16 agosto 2013

Dahon Ios X8

Finalmente, è arrivata l'ora X!
Dopo vari post "teorici" e considerazioni sulle varie modifiche da apportare alla mia Dahon Ios P8 valutando attentamente le mie esigenze personali, ho trovato il tempo per mettermi all'opera.
Ed ecco a voi la mia "nuova" Dahon Ios X8,
in tutto il suo splendore!
Ricapitolando:
 Il primo passo è stato quello di sostituire il cambio Neos 2.0 (Info), utilizzando un adattatore (Info) per montare un cambio convenzionale Sram X5 8/9Speed con gabbia media:
Magari in futuro sostituirò l'adattatore con quello originale della Tern che sembra migliore anche esteticamente (Info).
La scelta di non aumentare il numero dei pignoni e quindi di restare con 8Speed sostituendo il cassette di serie Shimano HG40 (11-13-15-18-21-24-28-32) con uno Sram PG850 (11-12-14-16-18-21-26-32), cambiando di poco la configurazione è nata dal fatto che vivendo in una città completamente pianeggiante non ho bisogno di utilizzare molti rapporti utili in salita. Per esempio con la vecchia configurazione i pignoni grandi dal 24T in poi sono stati utilizzati veramente poco, se non  per qualche escursione fuori porta. Comunque sia la linea ed il lavoro della catena  KMC X8.93 con solo 8 rapporti sono perfetti, la cambiata con il comando trigger Sram X4 è precisissima e non si apprezza nessun ticchettio, o rumore fastidioso (altre Info). 
Inoltre sostituendo la guarnitura di serie da 42T, una Kinetix Supra, con una della stessa marca ma con 46T
 la nuova configurazione della trasmissione si adatta perfettamente alle mie necessità (Info)
Anche i pedali Wellgo M138 QRD fanno egregiamente il loro dovere migliorando considerevolmente la qualità della pedalata rispetto ai pedali pieghevoli di serie Wellgo F-147
Le manopole di serie della BioLogic sono state sostituite con delle NC-17 S-Pro Lock Ergonom 
queste ultime sembrano di ottima fattura e veramente comode (gomma relativamente soffice con appoggio palmare ampio, ghiere di fissaggio in alluminio nero anodizzato e tappi per le estremità); lunghezza 135mm, peso circa 230g la coppia. (Info).
Per concludere ho sostitutito anche pneumatici e camere d'aria (Schwalbe Kojak 24"x1,50 + Presta SV10), che oramai erano ridotti ad un colabrodo, dopo "un'odissea di forature", inoltre nella parte centrale della gomma si era aperta una fessura nella quale entrava di tutto, con conseguenti ennesime forature. 
Dopo averli testati a fondo considero i Kojak poco adatti per un utilizzo urbano quotidiano (in città non si circola sempre sull'asfalto e non sempre le nostre strade sono in perfette condizioni), inoltre la loro
vita utile sembra sia veramente molto breve, ed  ho quindi deciso di montare due Schwalbe Marathon Plus 24"x1,75 con delle camere Schwalbe 24" Schrader AV10 (la qualità della gomma sembra migliore e offre un'eccellente protezione antiforature). Le note dolenti sono la minor scorrevolezza ed  il peso maggiore  450g c/u per i Kojak contro i 920g c/u dei Marathon Plus:
Da ricordare anche il corretto funzionamento dei pattini V-brake Ashima Carbonlook Tricolor (Info) che sostituiscono i Promax di serie.

Considerazioni generali e prime impressioni:

Effettivamente sembra di pedalare su un'altra bici, la trasmissione è molto più efficiente di quella di serie, il cambio è preciso e rapido, il comando trigger che io preferisco agli shifters funziona perfettamente e la pedalata è fluida e silenziosa; quindi anche senza utilizzare componenti di alta gamma si può ottenere un risultato più che soddisfacente.
 I Marathon Plus da 1,75" offrono maggior tenuta, stabilità e assorbimento delle asperità del terreno rispetto alle Kojak, ma comunque sul pavé trasmettono qualche vibrazione al telaio ed al manubrio.
Chiaramente con questa configurazione è aumentato leggermente il peso complessivo della bici, e questo si fa sentire nel trasporto passivo.
Nel prossimo post il dettaglio della differenza di peso con la versione di serie (Info), del peso delle varie componenti, ed altre osservazioni su come in futuro cercherò di ridurlo sensibilmente.
Ebbene si, in vista ci sono già altre piccole modifiche.
Stay tuned!
Versione attuale: Dahon Ios X9 V-Clamp

mercoledì 7 agosto 2013

Upgrade Dahon Ios P8: 3ª Fase - Trasmissione (Cambio posteriore, comando trigger e catena)

Considerando l'utilizzo prevalentemente urbano e approfittando di un'offerta molto interessante, ho deciso di montare un cambio posteriore Sram X5 8/9Speed con gabbia media (Info):
Abbinato ad un comando trigger Sram X4 8Speed (Info):
Ed una catena KMC X8.93 con sgancio rapido (Info):
La mia scelta è ricaduta su queste componenti considerando l'ottimo rapporto qualità/prezzo; quindi anche senza utilizzare componenti di fascia alta, e spendendo veramente poco è possibile migliorare notevolmente le prestazioni della trasmissione di serie.

Tra breve la presentazione e la review con tutte le modifiche della "nuova Dahon Ios X8".
Stay tuned!!

lunedì 5 agosto 2013

Dahon e Tern: OCL Joint Frame Latch Kit - Set Completo

Qualche giorno fa ho parlato di come sostituire le boccole usurate dell'articolazione del giunto OCL (QUI), anche queste ultime fanno parte del set per la manutenzione completa dell'articolazione dei telai che utilizzano l'OCL Joint:
Non c'è alcuna differenza con il set dei primi telai come quello della mia Ios, (che risale al 2011);
se non per il dettaglio della finitura della leva di chiusura, la colorazione del pulsante di sicurezza e per la presenza del logo Tern.
Infatti la leva della Tern ha una bella finitura in nero lucido, mentre quella della Ios è di un sabbiato nero opaco.
 Le parti di ricambio sembrano di buona fattura e di facile sostituzione.

venerdì 2 agosto 2013

Mezzo, Ori, Birdy - Folding bikes with monocoque hinge free frame - Bici pieghevoli con telaio monoscocca senza cerniera

La maggior parte dei telai delle bici pieghevoli presenti sul mercato sono caratterizzati dalla presenza di uno snodo/cerniera/articolazione, a volte situato in posizione avanzata (Brompton, dotata anche di triangolo posteriore rotante/ribaltabile)
 o quasi sempre posizionato nella parte centrale (Dahon, Tern, etc.);
in quest'ultimo caso il sistema di piegamento viene effettuato semplicemente attraverso una cerniera azionata da una levetta.
Invece per quanto riguarda le Mezzo/Ori e le Birdy per effettuare il piegamento bisogna ribaltare il triangolo posteriore e "scomporre" la forcella anteriore con due sistemi abbastanza intuitivi; per le Mezzo/Ori basta attivare un sistema CLIX quick release (della Montague) e per le Birdy sganciare la giunzione dell'ammortizzatore.
Il telaio monoscocca senza snodi delle bici pieghevoli di cui vorrei parlarvi a continuazione è formato da due semigusci in alluminio uniti da una precisissima saldatura robotizzata.
Una struttura senza snodi apporta dei benefici reali in quanto a prestazioni, infatti meno flessioni significano più controllo, miglior accelerazione e risposta ai comandi, e soprattutto meno manutenzione e più durabilità.
Nel caso delle Mezzo/Ori l'anodizzazione migliora notevolmente la resistenza all'usura, corrosione, etc.
Bianchi Fretta e Ori M10 Fonte foto e review: Ichiro-Ichie

Riese & Müller/Pacific Cycles Birdy:
Circa 20 anni fa (tra il 1992/1994) nasceva il progetto Birdy grazie ai designer tedeschi Markus Riese e Heiko Müller, una bici pieghevole da 18"con "giunzioni ammortizzate" dai lineamenti rivoluzionari.
Secondo Birdy-Freunde fin da allora la produzione fu affidata alla sapienti mani di Geroge Lin Pacific Cycles (Info) attualmente sembra in funzionamento anche una piccola linea di assemblaggio a Darmstad (Germania) per il mercato europeo.
Birdy Folding & Unfolding

Misure da piegata: Larghezza:79cm Altezza:61cm Profondità:36cm
La peculiarità della Birdy sta nella presenza di un elastomero/ammortizzatore posteriore (a scelta Green Hard, Yellow Soft e Red Medium) ed un elaborato disegno della forcella che ospita l'ammortizzatore anteriore:
Info generali sui vari modelli, schede tecniche dettagliate, features etc. su r-m.de e Pacific Cycles
La Birdy è disponibile anche nella versione Frog da 16" e viene commercializzata in Asia e Giappone anche con il nome di BD-1 o Bianchi Fretta: (Info):
Maggiori informazioni su: Cycleurope
Il telaio in alluminio monoscocca della Birdy sopporta peso e torsione senza la minima flessione grazie anche al doppio sistema di ammortizzazione; senza ombra di dubbio stiamo parlando di una bici pieghevole da altissime prestazioni, che offre un ottimo rendimento su qualsiasi terreno, potendo spaziare tranquillamente dall'utilizzo urbano al cicloturismo.

Mezzo & Ori Bikes:
Le bici pieghevoli da 16" Mezzo nascono in Inghilterra circa 10 anni fa (2003/2004) da una idea del famoso ingegnere aerospaziale britannico Jon Whyte, già conosciuto come designer del Team Benetton F1, nonché come creatore delle Full-Suspensions per Mtb (Marin, Whyte Bikes, etc.).
Maggiori info sui marchi legati a Jon Whyte sul sito web ATB Sales
Il disegno apparentemente prende spunto anche dalle Birdy, però con alcune differenze significative: il triangolo posteriore è dotato di una robustissima chiusura meccanica autobloccante (presente anche nel piantone manubrio)
ispirata alle cinture di sicurezza degli aeromobili Self Locking/Instant Rebound Catch
Inoltre il triangolo posteriore a differenza della Birdy e la Brompton(che utilizzano boccole metalliche), dovrebbe lavorare con dei cuscinetti a sfera sigillati (dato non confermato).
L'angolo d'inclinazione del manubrio permette un'ottima distribuzione del carico ed un assorbimento delle vibrazioni  evitando scricchiolii.
Attualmente queste bici vengono prodotte dalla APro-Tek Taiwan (Info) famoso costruttore di telai in fibra di carbonio; da qui la nascita della rinomata super performante Ori Surpaz Carbon Series (Info)

Maggiori info e review dettagliata della Mezzo D10 su BikeRadar

Ori Folding & Unfolding

Misure da piegata: Larghezza:69cm Altezza:62cm Profondità:31cm
Ori Mi8
 Fonte foto BIKEfun

Maggiori info sul sito Ori Bikes